CATTIVI GUAGLIUNI
ascolta il brano
guarda il video
leggi il testo
(Persico, M. Iovine, Messina, Ricci)

Coltivati a batterie negli alveari di cemento
siamo stati tutti selezionati accuratamente
come natura crea
la legge poi distrugge
dentro questo ciclo modificato geneticamente
che vive la mia gente
in assoluta sincronia col mondo adiacente
ma sempre fuori tempo guardare e non toccare
però desiderare
desiderate pure
quartieri programmati programmat p’e reati
quartieri programmati pe’ gghi tutti carcerati
famiglie cundannate assieme e carcerate
famiglie cundannate a mantené ‘o carcere ‘e Stato
CATTIVI GUAGLIUNI
NUJE TENIMMO ALL'ATTIVO E PRECEDENTI E RECIDIVE
CATTIVE CATTIVE
 ‘A COLPA E’ SULO ‘A NOSTA SI ‘STU MUNNO NUN FUNZIONA
CATTIVI GUAGLIUNI
SIMMO NUJE CA SIMM TUTTE QUANTE NATE SBAGLIATE
CATTIVE CATTIVE
NUJE NUN EREMO MANCO NATE E GIA' C’AVEVANO CUNDANNATE
Steveno
‘nu gruppo ‘e signurine ca s’allamentavano
ddoje mamme ca chiagneveno, nun capeveno
cu chi evena parlà addò se va che se fa
figliemo addò sta?
Totore ca appena vedeva ’o frato
l’era abbuffà ‘e mazzate
Luchetto ca parlava d’o cainato tutto ammirato
nu pate ca luava ‘a dint ‘o pacco tre cammise
pecché cu ‘e chile nun s’era regolato
genta normale
ca può ‘ncuntrà ‘o ‘spitale ‘o mercato
o in fila pe’ parlà cu’ ‘e pariente carcerate
pecché dint a ‘sti celle
nun ce truovi ‘e peculate ‘e truffe aggravate contro ‘o Stato
‘o falso in bilancio ‘a bancarotta fraudolenta ‘a corruzione ‘e magistrato o l’evasione fiscale
truove a Pascale, rapina a mano armata
truove a Vicienzo, spacciatore
a Renato, scippo e estorsione
truove a Diego, rissa e danneggiamento aggravato
e si tu vide bbuono, truove pure ‘o cazzo ca he cacato
tu, ‘a legalità l’inflessibilità
‘a certezza della pena e ‘o magistrato ‘e sorveglianza
vuje site una paranza
‘e gente ca ha perduto ‘a dignità
‘e pagliacce ca nun fanno parià
e je me sonno tutte ‘e notte ca ve veco ‘a vocca aperta ‘o lato a ccà
RIT.
Cundannate, cundannate in primo grado a commettere i reati
nati dint’a cierti quartieri ca tutto chello ca tenimmo
è chello ca c’ammo arrubbato
concentrati invogliati sedotti abbandonati
po’ l’appello ‘a cassazione e gghiamm tutte quante carcerate
niente clemenza e se non fosse abbastanza
dopp si pregiudicato sospettato delinquente abituale sorvegliato
at ca nun ce sta ‘o Stato
nun ce sta ‘o Stato?
stann ‘e guardie sta ‘a galera
secondini magistrati
ccà t’a faje cu l’avvocate
è ‘n ambiente esclusivo
è l’ambiente de’ cattive
estorsione scippo omicidio spaccio aggressione ricettazione e rapine e tutte ‘e manere
tentata sventata reiterata a mano a mano con destrezza a mano armata con tristezza aggravata cu’ l'intenzione d’o reato
me capisce? staje scetate?
‘a vuo fa ‘na bella cosa?
siente a nu frate , nun venì maje addò stongo ‘e casa io
state a casa toja e vide quanto è suggestivo
quanno vaje a definitivo
RIT.

Liberamente ispirato da una lettera di Vincenzo Carrubbo.
CATTIVI GUAGLIUNI CATTIVI GUAGLIUNI
2011 | novenove
 
SuperTotto
PROSSIMI
CONCERTI
CONTATTI